Chi sono

Anna Buganè - cucinaprecaria

Anna Buganè – cucinaprecaria

Storia di una gabbianella che impara a volare, prima di schiantarsi.

Sono Anna, ho 26 27 28 anni, nata e cresciuta ad Alba.

Precaria per natura (segno zodiacale Gemelli), per vocazione (…), per scelta…anche un po’ degli altri.

Precaria perchè avrei voluto essere una macellaia, una suora, una ballerina, una donna manager, una nomade e ancora mi sto domandando cosa farò da grande.

Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.

Se il 2012 deve essere la fine di qualcosa (Maya rules) è possibile che sia di viatico per me?

Eccomi, senza certezze e con una consapevolezza: il futuro è alle porte, se solo trovassi la chiave.

Vorrei essere nata su un tavolo della cucina, come mio papà, o ancora meglio sull’asse della pasta fresca della mia bisnonna TERESA (sfoglina di Marzabotto) avere una bella ed originale storia di amore culinario da raccontare… invece no!

La mia storia è uguale a quella di tanti, ho cominciato a guardare la mia mamma cucinare, la nonna e il nonno sapevano di ragù e basilico, sono cresciuta tra donne, nel negozio di parrucchiera di mia mamma che era un luogo di scambio di confidenze, gossip, chiacchiere, ricette di cucina, d’amore, d’amicizia.

In tutto questo calderone ho cominciato a mettere le mani in pasta e non le ho più tolte!

Comments

  1. maria ausilia buganè says:

    oh mamma che emozione!!!!!!!!! non è solo un blog bellissimo ed elegante ma è straripante di BUGANIMA!!!! grande Anna one big kiss la tua ziona

  2. Ciao Anna! Sai che mi sembra di averti già vista? L’alberghiero l’hai fatto a Mondovì per caso?

  3. Ciao elisa, esatto, ho fatto l’alberghiero a Mondovì, mi sono diplomata nel 2004 in ricevimento? e tu invece?
    molto carino il tuo blog!

  4. Davvero piccolo! non riesco ad associare il nome alla faccia però! :-D

  5. Sandra says:

    ho iniziato un po’ a sbirciare… fantastico!! Mi è quasi sembrato di avere la mia anna, qui, seduta vicino a me alla scrivania.. è bello perché sei proprio tu!!! Veramente autentica.. Unica!!

    ora, lo sai come sono fatta, un po’ di tempo per familiarizzare, e poi dovrai darmi la residenza in questo nuovo mondo che hai creato.

  6. Keca says:

    Querida,
    come vedi questa mattina, appena alzata, la curiosità mi ha portata a scoprire questa bella avventura che hai intrapreso…anche io ho una grande passione per la cucina: mio padre è stato cuoco e ho passato le mie domeniche mattina con lui ai fornelli, inoltre ho imparato mille ricette di avanzi nella cucina della mia nonna materna ( ah!le polpette fatte con l’avanzo di bollito!) che penso non abbia mai e dico mai buttato via nulla!!
    Se decidi di buttarti sull’etnico, fammi sapere che in questi anni un po’ di bagaglio me lo sono fatta…anche ricette rivisitate all’italiana!!
    Penso e ti auguro di cuore che questo blog ti possa portare lontano….
    Quando vuoi e ti va, vediamoci anche solo per un caffè, così ti faccio avere il libro di ricette di Verso Sud.
    un abbraccio dal cuore…
    keca
    p.s. se non lo conosci ancora ti consiglio di dare una sbirciata al sito di Chef Kumalè, è stato il primo maestro di cucina etnica che abbiamo incontrato e che ci ha fatto appassionare…”turisti per casa” è un’iniziativa bellissima, se vuoi si potrebbe andare insieme. Lui si è inventato il suo lavoro….
    http://www.ilgastronomade.com

    • grazie per la dedizione keca, sono contenta che ti sia presa un pò di tempo per leggere il blog!
      Andrò subito a guardare il link che mi hai mandato! Ci vediamo presto. così magari decidiamo una bella ricetta da preparare insieme e pubblicare su cucinaprecaria!
      un abbraccio

  7. ciao anna! mi ha fatto davvero tanto piacere conoscerti all’AlbaCamp di questi giorni! ho visitato un po’ il tuo sito e devo farti i complimenti per il bellissimo lavoro che hai fatto!!!! davvero brava, complimenti.
    A presto :)

    • grazie francesca!
      anche per me è stato un piacere, come ti dicevo adoro il tuo blog e leggendoti sospettavo che fossi così come ti ho incontrata, solare e cordiale.
      ci vedremo prestissimo!grazie per l’invito a #xtuttiigusti.
      per chi volesse vedere una cosa bella ecco il link del tuo/suo blog
      http://www.spadelliamoinsieme.com/

  8. La suora?!?!?!?

    • ggiuro! ma solo perchè ho fatto l’asilo dalle salesiane…deformazione infantile!

      • Eleonora says:

        l’asilo delle suore ha lasciato un segno profondo in tutti noi che l’abbiamo frequentato vedo. esattamente come le patate al vento e l’acqua che nn si può avere prima del secondo. :)

        • eleonora ciao!
          le patate al vento, sono anni che cerco di riprodurre quella fragranza e croccantezza senza eguali!
          ho cmq un ottimo ricordo delle crocchette di patate e delle ostie sconsacrate per merenda :-)

  9. Lorena Massimino says:

    …ciao anna!!!!! sono appena arrivata dal salone del gusto e….. mi sono buttata nel tuo blog..
    BELLO BELLO BELLO!!!!!!!!!!!!!!!!!! ;-D
    spiritoso e ..vero!!
    ora continuo a curiosarlo…e tornerò!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ..buon lavoro!!! :o)
    a presto…

  10. antonella says:

    Eccellente profilo di resistenza alla precarietà! Mi presento: mi chiamo antonella e preferisco la cucina tra tutte le stanze di una casa. Mi piace cucinare e prediligo i primi piatti, quelli a base di verdure e i dolci. Seguirò cucinaprecaria.it per condividere ricetti e suggerimenti, ciao antonella

  11. ivana says:

    è stato proprio bello incontrarti quella prima volta! Ivana

  12. Alessandra says:

    Cara Anna mi chiamo Alessandra, non mi piace quasi per nulla cucinare, ma cercando un modo per fare pane integrale senza lievito mi sono ritrovata a leggere il tuo blog…e’ favoloso…non dico che mi sia venuto il sacro fuoco della cucina ma e’ cosi familiare e spontaneo che mi vien voglia di seguire le tue ricette.
    Io sono della Granda per parte di padre per cui una certa affinita’ la sento! COMPLIMENTI e avanti cosi’!!!!!!!

    • Anna Buganè says:

      Ciao Alessandra!
      ho letto il tuo commento questa mattina, con il collo bloccato e una nottata faticosa alla spalle, ero in cerca di una motivazione, e sei arrivata tu!
      Ti ringrazio molto, mi hai detto quello di cui avevo bisogno! Ma quindi piemontese a metà trapiantata da qualche altra parte?
      Fammi sapere come ti viene il pane…se non esce il sacro fuoco fa lo stesso, le ricette sono per tutti su questo blog.
      un abbraccio

      • Alessandra says:

        grazie della risposta…io non sono lontana vivo a Caselle Torinese con mio marito e due maschietti meravigliosi, se qualche volta vieni a prendere l’aereo fai un cenno che ti offro un caffe’…ciao Alessandra

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This