Collisioni Food

Io e i panozziLa temperatura si fa sempre più alta a Barolo, ma nella piazza rosa, tutta dedicata al food si respira un’aria di festa, ristorati da una provvidenziale ombra e da un venticello fresco si consumano pasti e chiacchiere aspettando l’ospite successivo :-)

Io mi sono sacrificata e me ne sono andata in giro a fotografare e mangiare e provare per voi le prelibatezze presenti a Collisioni Barolo.

Il voto massimo al panozzo alla salsiccia vicino alla piazza verde, carne 100 % italiana e bontà sublime, onesto il prezzo, 5 euro di goduria :-)

Ma se non siete amanti dei panini (O.o) e da queste parti ce ne sono tanti e di qualità, si apre tutto il mondo del gusto, infondo siamo  nelle Langhe!

Taglieri di formaggi e salumi, plin, carne cruda, frutta e frullati, risotti al barolo e ancora il tartufo nero, il re dell’estate!

Se siete sulle spese e avete gli eurini contati ma proprio non ce l’avete fatta a farvi i panini (perchè il frigo era vuoto) le botteghe e gli alimentari vi aspettano per prepararvi gustosi panini dai 2 euro in sù :-)

frutta fresca :-)

Siamo a Barolo e di certo non morirete di sete, vicino alla piazza Gialla c’è una pratica fontanella per rigenerarvi, ma se anche voi pensate che l‘acqua faccia ruggine avrete l’imbarazzo della scelta, i vini non mancano (e neanche la birra).

Degustazioni guidate all’Enoteca del Barolo, cantine ed enoteche aperte per tutto il periodo del festival…insomma è sempre il momento di bere un buon vino :-)

Per quanto mi riguarda ho nuovamente fame e gli incontri da seguire sono interessantissimi!

Se siete da queste parti, fate un fischio, mi trovate su Twitter @Cucinaprecaria :-)

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l'ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This