Food Revolution day 17 maggio a Casa Scaparone (CN) sbarca la Food Fair

Domani, sabato 17 maggio, vi aspetto numerosissimi in quel luogo meraviglioso che è Casa Scaparone per una giornata di buon cibo e condivisione, circondati dalle meravigliose colline delle Langhe.

Il cortile di Casa Scaparone ospiterà una vera e propria Food Fair per celebrare il Food Revolution Day giunto oramai alla sua terza edizione. Un vero e proprio movimento promosso dal famoso cuoco inglese Jamie Oliver che con il suo progetto intende promuovere in giro per il mondo l’importanza di una corretta educazione alimentare.

Proprio in queste giornate, grazie ad ambasciatori e volontari, in tutto il mondo si stanno svolgendo giornate e iniziative dedicate alla corretta alimentazione, con un occhio particolare per i più piccoli.

Il progetto a Torino è seguito da una bloggers spumeggiante, entusiasta e combattiva, ovvero LaFoodSitter Marcela Senise, che dalla prima edizione ha adottato il progetto e lo sta portando avanti.

Il programma della giornata di domani è allegro, divertente e stimolante, visite didattiche nell’orto di Casa Scaparone, incontri, assaggi e piccoli laboratori. Il pranzo sarà cucinato dallo staff di Casa Scaparone e ci sarà un partner di eccezione, Gli Aironi Riso, fornitori ufficiale del riso Carnaroli del brand Jamie Oliver nel mondo. Per finire in bellezza una merenda sana e gustosa!

Ci sarò pure io con il mio banchetto, insieme ad Alessandra di Ricette di cultura e Francesca di The sweet side of the moon, due amiche e colleghe appassionate come me di cibo, ma quello buono e sano! Nel nostro piccolo vi faremo sperimentare quanto è bello e facile preparare un piatto sano e gustoso!

Vi aspetto per condividere una giornata all’insegna del buon cibo, chiacchiere e gioia! Ci vediamo?

I contatti per tutte le informazioni e prenotazioni li trovate qui:

Marcela Senise – La Foodsitter – cellulare: 393 4171 550 – email: mangiachetifabenebimbo@gmail.com

 

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l’ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This