Insalata verde di primavera

Insalata verde di primavera

Insalata verde di primavera

Insalata verde di primavera vuol dire: prendi le verdure più buone di questa stagione, cuocile velocemente e sistemale nel piatto, condisci e mangia felice.

Non è una vera ricetta, ma uno spunto per sfruttare al meglio le verdure di stagione, creando un piatto fresco e gustoso.

Senza ulteriori indugi vi esorto ad andare al mercato, mettervi nella vostra busta le verdure e prepararvi questa insalata verde di primavera!

[box align=right size=small color=blue]

Ingredienti

  • 2 patate
  • un mazzo di asparagi
  • insalata verde
  • una manciata di piselli crudi
  • olio
  • sale
  • aceto
  • tonno

[/box]

Procedimento

Lavate, sbucciate e tagliate a tocchetti le patate, fatele cuocere a vapore per circa 10 minuti.

Lavate gli asparagi e privateli della parte finale del gambo, scottateli in acqua bollente salata per 4-5 minuti e poi scolateli. Scaldate una bistecchiera e grigliate per alcuni minuti gli asparagi.

Lavate l’insalata verde, sgranate e piselli.

Componete l’insalata verde di primavera aggiungendo tutti gli ingredienti, compreso il tonno. Condite con sale, olio e aceto e servite.

Imparando si sbaglia

Non ci sono errori incredibili che si possono fare nella preparazione di questa insalata, basta prestare attenzione alla cottura delle patate e degli asparagi che dovranno risultare sodi e non mollicci.

Se non vi piacciono i piselli crudi ovviamente si possono cuocere.

Sostituite il tonno con ciò che preferite.

Prendete un asparago per volta e afferrate le estremità con le due mani, esercitate una piccola pressione e il gambo si staccherà magicamente nel punto giusto, senza bisogno di tagliarlo.

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l’ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This