Polpette di gambi di asparagi

Gambi di asparagi

Gambi di asparagi

Puntuale come un orologio giamaicano arrivano le mie polpette con i gambi di asparagi!

Se solo fossi Svizzera vi avrei proposto questa ricetta già da alcune settimane, ma io arrivo sempre un attimo dopo, ma arrivo.

In ogni caso gli asparagi sui banchi del mercato ci sono ancora, sono buonissimi e costano comunque molto meno dell’inizio stagione!

polpette di gambi di asparagi

polpette di gambi di asparagi

La situazione è questa: avete pulito i vostri asparagi ed eliminato la parte finale perchè legnosa, fibrosa, etc.. vi girate un secondo e c’è tantissimo prodotto che vi guarda, pronto per andare nel brodo per il risotto (se va bene), altrimenti finirà nell’umido.

Io mi sono domandata se non fosse eccessivo buttare tutta quella roba che in confidenza è pure cara!

Così ho messo i gambi, la parte finale degli asparagi, nelle polpette e il risultato è stato soddisfacente!

Non è per fare l’estremisti del riciclo e l’ecologista della domenica, ma il fatto è che gli asparagi sono cari e sono pure molto buoni e non ho trovato nessun motivo per buttarne una parte così consistente e saporita.

Certo, dovrete avere qualche accortezza nel trattamento dei gambi, ma il risultato non vi deluderà. Garantito al limone!

[box align=right size=small color=blue]

Ingredienti

  • gambi di un mazzo di asparagi (circa 200 gr)
  • 1 patata media
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di ricotta (facoltativa)
  • parmigiano grattugiato
  • pane grattato
  • sale
  • pepe

[/box]

Procedimento

Lavate con molta cura i gambi degli asparagi e aiutandovi con un pelapatate eliminate i filamenti più esterni e fibrosi.

Tagliate a pezzetti molto piccoli i gambi degli asparagi e fateli cuocere in una padella con un filo di olio. Lasciate cuocere fino a quando i gambi non saranno molto morbidi e aggiungete acqua per proseguire la cottura (ci vorranno circa 25 minuti).

Fate bollire la patata e quando sarà pronta schiacciatela con una forchetta o con uno schiaccia patate, lasciate raffreddare.

In un mixer fate frullare i gambi di asparagi ormai cotti, la patata schiacciata, l’uovo, la ricotta, il parmigiano e condite con sale e pepe.

Controllate la consistenza delle polpette ed eventualmente correggete con l’aggiunta di pangrattato o farina all’impasto oppure aggiungendo un cucchiaio di latte.

Formate delle piccole polpettine, passatele nel pangrattato, disponetele su una teglia coperta da carta da forno e fate cuocere per 15-20 minuti a 180°.

Servite tiepide o fredde.

Imparando si sbaglia

Un paio di accortezze:

  • frullate molto bene il composto, i gambi degli asparagi dovranno essere molto morbidi. Probabilmente rimarrà qualche filamento nella polpetta, ma niente che tolga la bontà
  • controllate la consistenza della polpetta vuol dire che bisogna assicurarsi che le polpette stiano insieme o che non siano una pietra. Se sono troppo molli correggete con l’aggiunta di pangrattato o farina, se sono troppo dure aggiungete qualche cucchiaio di latte.
  • la ricotta non è necessaria ma rende l’impasto più morbido.
About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l'ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This