Pomodori gratinati al forno

picmonkey_imageSarà più intenso il gusto del primo pomodoro di stagione o dell’ultimo?

Me lo sono chiesta ieri, andando nell’orto, tornando con il cestino sempre più vuoto e gli ultimi pomodori.

Il primo bacio, il primo viaggio in solitaria, il primo giorno di scuola, la prima zucca, il primo amore, sono tutti ricordi intensi stampati nella memoria della pelle e del cuore. Ti ricordi la prima volte che…

Ma l’ultima volta? Quella dove finisce?

Se questi fossero davvero gli ultimi pomodori dell’anno e dovessi aspettare fino alla prossima estate per mangiarli di nuovo, li cucinerei con più passione, li mangerei con più gusto, cercherei di fermare il momento per renderlo indelebile come il primo morso?

Il problema delle ultime volte non è certo la mancanza di intensità, che forse è ancora più carica della prima, la questione è che l’ultima volta, più della prima ci coglie impreparati, ci sorprende, capita nel bel mezzo di qualcos’altro e ce la dimentichiamo.

Certo, ci sono ultime volte che ci straziano di dolore o ci schiaffeggiano di gioia, ma ho la sensazione che altre scivolino via nel caos perenne della vita.

Così è più difficile ricordare l’ultimo bacio, l’ultimo pomodoro, l’ultimo giorno del vecchio lavoro, l’ultima volta che siamo stati felici.

Con il mio cestino misero di pomodori ho in definitiva compreso quanto sia romantico mangiare di stagione, ci sarà sempre un primo pomodoro e poi un ultimo e potremo ricordarli entrambi riempendo di significato un gesto scontato.

Questi pomodori gratinati al forno sono una dedica alle ultime volte dimenticate della nostra vita, perchè ci sono state anche se noi siamo stati distratti da altro, anche se ci hanno colti impreparati.

Nella speranza che l’ultima volta sia soltanto la prima volta.

Ingredienti:

  • pomodori maturi
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • pane secco
  • olio
  • sale
  • basilico
  • erba cipollina
  • parmigiano

Procedimento

Svuotate i pomodori della polpa che metterete in una ciotola, capovolgeteli a testa in giù e lasciateli una mezz’ora in modo che perdano l’acqua in eccesso.

Nella ciotola del mixer aggiungete tutti gli ingredienti, compresa la polpa di pomodoro e frullate.

Riempite i pomodori svuotati, metteteli su una teglia, versateci un filo di olio e infornate a 180° per 30-40 minuti circa, fino a quando saranno dorati e morbidi.

Imparando si sbaglia

Facile, facile, economica e adatta a tutta la famiglia.

Potete aggiungere qualche spezia, qualche erba aromatica, le acciughe, i capperi. Io ho proposto la versione base, ma non mettete limiti alla fantasia e alle infinite risorse del frigo e della dispensa.

 

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l’ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This