Precari si nasce, la rubrica

DSC_5223Buon compleanno a me, buon compleanno a me!

Le feste comandate, le date, le scadenze, le celebrazioni mi rendono felice a prescindere, che si tratti del Natale, del 1° Maggio, di San Valentino, della festa della Repubblica, il compleanno di un’amica o semplicemente la domenica, sono più felice, ne approfitto.

Quando poi le date coincidono con qualcosa che mi riguarda la felicità diventa incontenibile, sono egocentrica di natura, il giorno più bello dell’anno è il mio compleanno , e adesso posso festeggiare due nascite, la mia e quella della mia creatura, il blog, cucina precaria.

E’ passato un anno ed è tantissimo tempo che penso a come festeggiare. Pensavo di scrivere un post chilometrico per raccontarvi tutte le cose belle successe in un anno, volevo fare elenchi lunghissimi di ringraziamenti, citare una ad una tutte le persone splendide che ho incontrato, i posti in cui sono andata, magari una carrellata delle foto più significative, dirvi di come sono stata brava, di come è bello scrivere, cucinare e fotografare, di come è difficile a volte essere costanti.

Per fortuna ho avuto un’idea geniale, così posso risparmiarvi un discorso da premiazione degli Oscar!

Anna nuova, rubrica nuova: Precari si Nasce.

Cos’è?

Precari si Nasce è, sarà un posto per raccontare il vostro STRA-ordinario, una raccolta di scelte precarie e vite precarie, ma non quelle tristi che sappiamo tutti (a cui vanno tutta la mia solidarietà,rispetto e indignazione), ho voglia di sentire storie belle, storie normali, di persone giovani e meno che quotidianamente scelgono di inseguire il sogno nonostante le difficoltà. (momento pollyanna o Briatore)

Stay hungry, stay choosy sarà il mio motto!

La precarietà è uno stato fisico e mentale con il quale dobbiamo imparare a convivere e allora perchè non sfruttarlo al meglio ?

Essere precari ci impone di essere coraggiosi, di camminare sempre sull’orlo del precipizio, ci permette di reinventarci ogni giorno, trovare qualcosa di nuovo che ci faccia arrivare al giorno successivo.

Ho voglia di raccogliere storie di chi si è venduto il divano per fare il corso di Nutrizionista, di chi ha un lavoro “istituzionale” e poi almeno altri 5 per aumentare gli ingressi monetari e le soddisfazioni, di chi si è aperto la partita Iva ed è diventato freelance, di chi cerca forme originali di autofinanziamento.

Quindi mandatevi le vostre storie, scrivetemi e condividiamo, non sia mai che queste storie non siano spunto per altri e sai mai che si creino connessioni interessanti!

Ho voglia di leggervi, di raccontarvi, in cambio offro una ricetta, per chi vive vicino un invito a cena o merenda, per chi vive un pò più lontano, se mi invitate verrò da voi, per chi vive lontanissimo magari usiamo un piccione viaggiatore!

Scrivetemi su anna@cucinaprecaria.it o su Facebook o Twitter, mandatemi una cartolina, non lo so ma scrivetemi!

ps alla fine non ce l’ho fatta, qualche ringraziamento ho voglia di farlo, in ordine sparso: al mio compagno di merende che mangia cosa preparo e mi aiuta costantemente con il blog, a Langhe.net che ha creduto in me, a Enrico che mi salva quando non so dove mettere le mani, agli amici e sorelle che sono fonte di ispirazione e sostegno costante, ai blogger che ho conosciuto con i quali mi confronto quotidianamente e con i quali condivido progetti, a #ninailcane, a chi mi legge, siete ogni giorno qualcuno in più, a chi crede in me, a Laura che non c’è più, grazie a chi arriverà, grazie al futuro.

Per il video ringrazio Moca Film per il supporto tecnico, e Paolino per aver composto e suonato la colonna sonora.(grazie Paolo, era il giusto tenero-miele che avevo immaginato). Giusto per farvi un’esempio, Paolo è un ingegnere ma poi scrive musica (questa sarebbe una storia per Precari si nasce!)

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l'ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Comments

  1. Auguri Cucina precaria!! Ma che figo è il video?!
    Brava Anna, un bacio e buona prima candelina per il tuo blog che farà molta strada…
    Marghe

  2. Ciao Anna, tanti auguri al tuo blog e bravissima per l’idea di questa rubrica! Mi piace veramente tanto. Tornerò a leggerla… e magari ti scrivo anch’io qualcosa ;)

  3. Sara says:

    Molto molto molto orgogliosa di te!❤ La tua precarietà sta costruendo grandi cose!

  4. Ma è bellissimo il video!!! *_______*

  5. Anto says:

    Anna!!! Ma questo video è stupendo!!! Tenero come questo blog!!
    Sono tanto tanto fiera di te, di tutto quello che hai costruito in questo anno, delle belle idee che riesci a sfornare…sfrornare in tutti i sensi ;-)
    Abbraccio forte forte te e il tuo blog al quale ormai non potrei più rinunciare!

    • tenera tu che mi leggi sempre e mi sostieni e mi diffondi!
      alla fine ormai neanche io riuscirei a fare a meno di scrivere su questo spazio..speriamo che le idee geniali continuino ad assistermi!
      anto, aspetto la tua storia!

  6. Augurissimi a questo meraviglioso blog!!! Brava Anna, sei un vulcano di idee…Grande!

  7. Cinzia says:

    Auguri per questo anno trascorso e per almeno altri 100!
    Ho letto il tuo blog per la prima volta la scorsa primavera quando ancora ero tra Torino e Alba, l’ho letto negli Stati Uniti e continuo a seguirlo ora dai Paesi Bassi…non vedo l’ora di riavere a disposizione la cucina della mia mamma per fare alcuni dei tuoi “fallo in casa” :)
    Grazie per le idee, la positività e i profumi di questa rubrica…ancora auguri!!!!

    • cinzia!quindi mi stai dicendo che ho viaggiato. non sai la felicità di sapere di averti accompagnato in tutti i tuoi spostamenti. mi piace pensarci come compagne di viaggio.
      grazie di cuore!quando torni nei din-torni fai un fischio che ci mettiamo ai fornelli!

  8. che dire, è già passato un anno…un anno in cui tu e il tuo blog mi avete accompagnato fra alti e bassi, condividendo ricette ed emozioni.
    e così, sono sicura, continuerà a essere per molti anni :-)
    buon compleanno Anna, buon compleanno Cucina Precaria!!! <3

    • Patrizia, devo dire che questo blog sta accompagnando anche me, ed è proprio il sale di cucina precaria, la condivisione, di storie che passano attraverso il cibo.
      Il cibo è veicolo per me di emozioni e condividerle anche con te, patrizia è un piacere.
      ti abbraccio e grazie.

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This