Crema di pollo profumata al curry

Crema di pollo profumata al curry

Crema di pollo profumata al curry

Il terzo appuntamento con #lasopadodia ha il sapore del conforto, del coraggio e della caparbietà, non male per una crema di pollo profumata al curry no?

Ci sono momenti nella vita pieni di nebbia e solitamente coincidono con il momento in cui si è pronti a fare un passo in avanti.

Con una puntualità disarmante e molto lontano dalla casualità, nel preciso istante in cui sento di dare un senso, una svolta, una spinta all’esistenza, mi sveglio ed è tutto sepolto da una nebbia fitta e mi sento persa.

Allora mi ripeto di stare tranquilla, che sono esattamente dove voglio essere, che la strada è sotto i piedi, che la conosco a memoria, che devo fidarmi del mio istinto e chiudere gli occhi, infischiarmene della nebbia e andare avanti.

Facile a dirsi, molto meno evitare di farsi fagocitare dalla paura :-)

Allora cosa faccio?

Mi fermo e mangio, che sembra una roba patologica detta così, ma in realtà cerco nella cucina e nel palato i sapori che conosco, che mi ricordano qualcosa di felice, che mi danno la forza per disperdere la nebbia o quanto meno la capacità di vedere nonostante la nebbia.

Così è questa crema di pollo, un sapore di coccola, ogni cucchiaio mi scalda l’anima, mi avvolge nel percorso tra la gola e lo stomaco e mi sembra che tutto il mio corpo sorrida beato.

Una crema che curi le vostre tenere insicurezze e che sia un potente antidoto contro la paura che ci rende immobili e un potente alleato per una spensierata e sconsiderata allegria.

[box align=right size=small color=blue]

Ingredienti

  • 700 gr di pollo, tra petto e coscia
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 foglia di alloro
  • sale
  • 100 gr di burro
  • 100 gr di farina
  • noce moscata
  • pepe
  • curry

[/box]

Procedimento

Preparate il brodo di pollo mettendo in una pentola ampia il petto, la coscia, la cipolla intera e sbucciata, la carota pelata e lavata e una foglia di alloro, coprite il pollo con abbondante acqua a fate cuocere per circa un’ora e mezza.

Togliete la carne di pollo dal brodo e lasciate raffreddare il brodo per una notte (se non avete tempo sgrassatelo e filtratelo a caldo).

Quando il pollo si sarà raffreddato procedete a sfilacciare la carne con le mani.

Trascorsa la notte, togliete il grasso che si sarà addensato sulla superficie del brodo e filtratelo con un colino a maglie strette e con l’aiuto di una garza o un pezzo di scottex (senza coloranti).

Fate intiepidire il brodo, intanto prendete il pollo sfilacciato (circa 500 gr  il resto servirà come decorazione), la carota e la cipolla usate per il brodo e frullate il tutto in un mixer aiutandovi con due mestolini di brodo tiepido, dovrete ottenere un composto dalla consistenza di un omogenizzato.

In una pentola fate sciogliere 100 gr di burro e aggiungete i 100 gr di farina, mescolate energicamente evitando che si formino grumi, aggiungete tutto il brodo a mestolate e mescolate con vigore con una frusta (abbiamo preparato una sorta di besciamella di pollo che servirà per dare sostanza alla crema), aggiungete l’omogenizzato di pollo e mescolate, condite con pepe, noce moscata e curry, fate cuocere per ancora una decina di minuti mescolando di tanto in tanto.

Se fossero rimasti dei grumi di pollo frullate con il frullino ad immersione la vostra crema.

In una padella scaldate un filo di olio, fate saltare velocemente dei cubetti di pane raffermo e i pezzettini di pollo che avete tenuto da parte, insaporite con del rosmarino o un mix di erbe.

Servite la crema in una ciotola e aggiungete all’ultimo i crostini di pane e i pezzetti di pollo leggermente scottati e insaporiti.

Imparando si sbaglia

Il pollo sarà cotto quando il petto sarà completamente bianco, anche all’interno e la carne si staccherà facilmente dalle ossa.

Io non salo mai il brodo prima che sia fatto, preferisco sgrassarlo, filtrarlo, assaggiarlo e solo in quel momento aggiustarlo di sale.

Per ottenere una buona consistenza avrete bisogno di circa 2 litri di brodo (già filtrato e sgrassato), se non dovesse bastarvi,diluite il brodo con acqua calda bollente.

Le dosi di questa ricetta sono corpose, potete dimezzarle oppure potete approfittare dell’occasione per preparavi un pò di scorta per l’inverno, questa crema di può congelare :-)

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l’ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Comments

  1. Sembra buonissima! Le zuppe in inverno sono l’ideale per coccolarsi!

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This