Pane senza lievito o pane azzimo

Pane azzimo senza lievito

Pane azzimo senza lievito

Il pane azzimo è un tipo di pane composto da farina e acqua che non subisce alcun processo di fermentazione, al quale non vine aggiunto lievito.

Questo pane non ha lievito, si prepara in pochissimo tempo, è buono.

Vi ho convinti a provarlo?

L’ho preparato in una pigra domenica, in casa era finito il pane e da tempo volevo provare un pane senza lievito e rapido da servire in tavola.

Ho un rapporto complesso con la panificazione, è affascinante e piena di significato ma non sempre ho il tempo per dedicargli tante attenzioni, utilizzando la pasta madre (joy) i tempi si dilatano molto e a volte la famazza prende il sopravvento.

Così questo è un pane adatto a tutti, solo due ingredienti, in un’ora è pronto e vi regala anche la soddisfazione di impastare, usare l’asse e il mattarello e sperimentare due cotture differenti.

Questo pane è un affare semplice, quindi meraviglioso.

Ingredienti

  • 500 gr di farina 0
  • 250 gr di acqua tiepida (circa)
  • olio
  • sale

Procedimento

In una ciotola capiente impastate la farina e l’acqua tiepida che andrà aggiunta poca alla volta in modo da incorporarne la giusta quantità, ogni farina infatti ha una diversa capacità di assorbimento dei liquidi.

Una volta che avrete ottenuto un bel panetto liscio ed omogeneo mettetelo a riposare per un’oretta su un piano, un asse, coperto con un canovaccio.

Dopo circa un’ora dividete l’impasto in piccole palline e stendete ogni pezzo con il matterello, a questo punto le strade sono 2 cottura in forno o in padella:

cottura in forno

spennellate d’olio l’impasto steso con il mattarello, salate e infornate su teglia con carta da forno per 10-15 min a 200°

cottura in padella

cottura in padella del pane azzimo

cottura in padella del pane azzimo

in una padella antiaderente e ben calda mettete a cuocere l’impasto steso con il mattarello, coperchiate e girate fino a doratura di entrambi i lati.

Imparando si sbaglia

Acqua e farina, due metodi di cottura differenti e due pani che non hanno a che vedere nulla l’uno con l’altro.

Quello in forno rimane più schiacciato e compatto, più simile ad un crackers, mentre quello cotto in padella è più fragrante, gonfia molto ed è ottimo per essere farcito.

Attenti alla cottura in forno, non esagerate perchè il pane diventerà immediatamente una suola!

cottura in forno del pane azzimo

cottura in forno del pane azzimo

Io lo faccio e ce lo mangiamo tutto ma se avanza copritelo con un telo o mettete il pane in un sacchetto, essendo molto sottile tende a seccare nel giro di qualche ora.

Dopo qualche prova troverete lo spessore giusto per stendere i panetti di impasto, non c’è una regola, il divertente è trovare il pane che fa per voi, più morbido, più secco...basta giocare con la combinazione tempo di cottura, spessore!

 

 

About Anna Buganè

28 anni, nata e cresciuta ad Alba. Ho frequentato la scuola alberghiera, ho iniziato a lavorare da Ggiovane, ho risposto a molti telefoni, consegnato chiavi in alberghi, portato tanti piatti ai tavoli, lavato e asciugato migliaia di bicchieri, cominciato (per il momento accantonato) l’università, venduto di tutto: calze, mutande, borse, viaggi, voli, vacanze. Ho cucinato nelle case dove sono vissuta o passata, nella cucina dove ho lavorato.
Tutta questa cucina l’ho messa in un blog: cucinaprecaria.it

Comments

  1. vale says:

    …e la cottura su pietra refrattaria come la vedi? La pietra essendo gia calda in forno da subito la botta di calore all impasto, cosa che partendo da teglia fredda non hai.. io l ho sempre e solo cott in padella ma senza coperchio. Alcuno gonfiano molto altri niente. Da cosa dipende?

    • sai che non ho mi provato la pietra? non avendola non saprei cosa consiglarti…ma a logica direi che secondo me verrebbe molto simile a quella in padella. in fondo il pane azzimo in origine veniva cotto su pietre roventi.
      Quando faccio il pane in padella lo copro sempre, così sono sicura che mi vengono le bolle :-)

  2. Liliana Coccio says:

    Ciao Anna complimenti per la tua intraprendenza!
    Sei fortissima, Continua così. Sono contenta di averti rivista l’altro giorno così ho potuto curiosare su internet e vedere che quello che stai facendo è bellissimo! Sono molto felice per te.
    Un forte abbraccio, Lilli.

  3. Alessandra says:

    Scritto con cura e molta semplicità! Mi piace molto questo sito, complimenti!
    Sono intollerante al lievito di birra, per cui il pane azzimo è un’ottima alternativa.
    Grazie

    • Grazie Alessandra, se hai suggerimenti per gli intolleranti al lievito di birra e qualche ricetta da suggerirmi mandamela, sono ben accette :-)
      un abbraccio.

  4. Mary76 says:

    Fantastico appena fatto,ma dopo cotto come lo conservo?!?
    Grazie!!!

  5. Carissime, una domanda: il pane di azzimo anche cotto in padella andrebbe spennellato con olio?

    Grazie

  6. Grazie Anna, gentilissima

  7. Annamaria says:

    Grazie per questa ricetta!!!! Io vorrei cuocere questo pane in padella, ci ho provato ma, non mi si gonfia, o meglio qualcuno si gonfia solo un po’ e la maggior parte resta come una frittella. Puoi darmi qualche consiglio in più’????? Grazie ancora!!,

    • Ciao Annamaria, hai provato a mettere subito il coperchio sulla padella?
      Eventualmente puoi passare subito il pane sulla fiamma viva, il contatto diretto con il gas aiuta la formazione delle bolle. fammi sapere :-)

    • Io non metto l’olio nell’impasto e si gonfia tantissimo anche in forno…

  8. Ciao adesso lo provo subito perchè sono rimasta senza pane e non ho neanche il lievito di birra. poi ti dico come è andata. ciao Eleonora

  9. ?marina says:

    ma questo pane è anche senza sale. ..non è possibile aggiungerlo?

    • Anna Buganè says:

      ciao maria! certo aggiungilo pure all’impasto. Io lo preferisco così ma non è un problema salare l’impasto!

  10. Patrizia says:

    ciao, volevo chiederti se è possibile usare la farina integrale nella ricetta del pane azzimo e dei cracker.
    ti ringrazio

  11. Cinzia says:

    Ciao….bella ricetta…ma si può fare con la farina di riso?grazieee

  12. anto says:

    ciao Anna. Io e mia figlia Sofia bbiamo scoperto da poco di essere intolleranti ai lieviti, oltre che al latte ed alla cioccolata e altro. Homprovato a fare il pane senza lievito, ma il primo tentativo é andato così così. Con la tua ricetta, posso unire farina integrale e farina di kamut?e quale percentuale di acqua devo usare? Lo zucchero lo utilizzi per aiutare la lievitazione?
    Aspetto notizie.
    E, grazie per l’aiuto.

  13. Silvana says:

    il pane è venuto buonissimo ho usato farina 0 e kamut .Le due cotture sia al forno sia tipo piadina sono ottime grazie

  14. daniela poggi says:

    ciao, ho fatto il pane, il sapore e’ ottimo ma non gonfia…

    • Anna Buganè says:

      Ciao Daniela, la padella potrebbe non essere abbastanza calda, la temperatura deve essere alta. In forno invece non gonfia.
      Prova a passarlo direttamente sulla fiamma del gas per pochissimi secondi.
      Fammi sapere.

  15. antonella says:

    ma il pane azzimo..quello vero.. non ha ne il sale ne l’olio…

  16. ileana says:

    Ciao Anna ho sperimentato diverse varianti, farine integrali, ai 5 cereali e devo dire che è sempre ottimo
    grazie infinite per questa ricetta veloce e sfiziosa!!!

    • Anna Buganè says:

      Grazie a te! anche io mi cimenterò nel mix di farine allora! Quale ti ha dato più soddisfazione?

  17. Luca says:

    Ciao, ho provato a fare il pane con questo metodo, ma viene duro fuori e crudo dentro. Come mai? Grazie.

    • Anna Buganè says:

      Ciao Luca!
      é possibile che la padella non sia abbastanza calda, prova a scaldarla molto! fammi sapere.

Trackbacks

  1. […] semplice e leggera adatta a chi non può consumare il comune pane preparato con il lievito. Qui una ricetta interessante per preparare il pane azzimo in forno o in […]

Lascia un Commento

*

Pin It on Pinterest

Shares
Share This